SCM player skins Sapeva leggere la gente.
Uno si costruisce grandi storie, questo è il fatto, e può andare avanti anni a crederci, non importa quanto pazze sono, e inverosimili, se le porta addosso, e basta. Si è anche felici, di cose del genere. Felici. E potrebbero non finire mai. Poi, un giorno, succede che si rompe qualcosa, nel cuore del gran marchingegno fantastico, tac, senza nessuna ragione, si rompe d'improvviso e tu rimani lì, senza capire come mai tutta quella favolosa storia non ce l'hai più addosso, ma davanti, come fosse la follia di un altro, e quell'altro sei tu. Tac. Alle volte basta un niente. Anche solo una domanda che affiora. Basta quello.
"Quando cade un quadro.

Quando ti svegli un mattino e non la ami più.

Quando apri il giornale e leggi che è scoppiata la guerra.

Quando ti guardi allo specchio e ti accorgi che sei vecchio.

Quando vedi un treno e pensi: “io devo andarmene da qui.”

Bum.”
Alessandro Baricco. (via tuprendimilemani)

Stop romanticizing depression. Stop romanticizing self harm. Stop romanticizing suicide.

ribbu:

there’s a special place in hell reserved just for me

it’s called the throne

©